lunedì 25 febbraio 2013

Complice il mal tempo ieri abbiamo passato la giornata a casa, così ho approfittato per preparare il “minestrone d’orzo”, un piatto rustico ricco di verdurine. La preparazione è semplice, anche se richiede un po’ di tempo perché bisogna tagliare a pezzetti le verdurine e ricordarsi di mettere in ammollo l’orzo la sera prima.   

 

Ingredienti per quattro/cinque persone:

 

  • 200 gr di orzo perlato
  • una patata grande
  • una cipolla dorata
  • una costa di sedano
  • due carote
  • un rametto di rosmarino
  • 1 lt di acqua
  • olio extravergine
  • sale grosso
  • parmigiano

 

Preparazione

 

Mettete in ammollo l’orzo per una notte.

Preparate le verdure e tagliatele a pezzetti, tritate il rosmarino e mettete il tutto a soffriggere in una pentola capiente con l’olio extravergine. Aggiungete l’orzo e mescolate, lasciando insaporire per qualche minuto.

Versate l’acqua, portate a ebollizione, poi coprite con un coperchio e fate cuocere a fuoco moderato per almeno trenta minuti.

Servite fumante completando il piatto con una spolverata di parmigiano e un filo di olio Extra Vergine d’Oliva.

 

Buon appetito!

2

mercoledì 20 febbraio 2013

Oggi vi racconto la ricetta del “mattone al cioccolato”, ricetta che mi ha passato mia suocera e che ho già preparato parecchie volte; è un dolce semplice, di quelli che piacciono a me, con il cioccolato e non troppo dolce.
Per questa ricetta diciamo che ho dato solo un piccolo contributo… inzuppare i biscotti nel caffè e controllare i lavori, mentre il resto l’ha fatto tutto mio marito (che per certe cose è più paziente e preciso di me!!!).
Le dosi per la panna e il cioccolato sono circa 100 gr di panna ogni 50 gr di cioccolato in polvere, mentre per i novellini potete regolarvi a occhio. Un consiglio: prima di iniziare a inzuppare i biscotti provate a fare la forma al mattone, così riuscirete a regolarvi meglio.

Ingredienti per otto persone: 

  • biscotti novellini (64 biscotti) 
  • 300 ml di panna liquida per dolci 
  • 150 gr di cioccolato zuccherato in polvere 
  • caffè (un caffettiera da 6 persone) 

Preparazione: 


Preparate il caffè, molto concentrato (io ho utilizzato una caffettiera per sei persone), versatelo in una ciotola e fatelo raffreddare. A questo punto, mescolate la panna e il cioccolato in polvere, fino ad avere una crema morbida e senza grumi.
Passate velocemente i novellini nel caffè (non dovranno essere troppo inzuppati perché rischiano di rompersi), disponete il primo strato in un piatto da portata, aggiungete la crema di panna e cioccolato aiutandovi con una spatola. Continuate con uno strato di biscotti e uno di crema fino a completare la “struttura” (io ho fatto quattro strati), terminando con un generoso strato di crema anche sui bordi. Mettete in frigo per almeno due ore prima di servire.




7

lunedì 11 febbraio 2013

Per San Valentino stupite il vostro compagno con un risotto speciale, dove lo strano abbinamento pancetta e pistacchi vi permetterà di ottenere un piatto tanto insolito quanto stuzzicante. Io quest’anno (in tema di crisi) preparerò una cenetta romantica a casa, basta organizzarsi e ritagliarsi un po’ di tempo libero, preparare pochi piatti d’effetto, come questo risotto, che non vi richiederà troppo tempo.

 

Ingredienti per due persone:

 

  • 130 gr di risotto
  • 80 gr di pancetta
  • 60 gr di pistacchi
  • mezzo scalogno
  • un cucchiaio di parmigiano
  • una noce di burro
  • per il brodo vegetale: una cipolla – una costa di sedano – una carota

 

Preparazione

Preparate il brodo vegetale: sbucciate e pulite le verdure, poi mettetele in una pentola con circa un litro di acqua, fate bollire per almeno trenta minuti.

Tritate lo scalogno e fatelo soffriggere in un tegame con il burro, poi aggiungete il riso e fatelo tostare, cuocete aggiungendo poco alla volta il brodo vegetale.

Nel frattempo pulite i pistacchi,  per togliere la loro pellicina metteteli a bagno per qualche minuto con l’acqua calda; tagliate la pancetta a tocchetti e passatela in una padella con mezzo bicchiere di acqua, il grasso deve diventare trasparente, attenzione a non farla seccare.

Quando il riso è quasi cotto, aggiungete la pancetta e parte dei pistacchi e amalgamateli al risotto, mantecate con il parmigiano e se volete ancora con un pezzetto di burro.

Impiattate e guarnite con i restanti pistacchi.

 

Buon appetito!

0

sabato 2 febbraio 2013

La cucina piemontese, in particolare la quella casalinga, prevede l’utilizzo del ragù di carne per quasi tutti i piatti tipici: dai tajarin ai ravioli al plin, alla pasta al forno. Gli ingredienti sono semplici: il classico soffritto di cipolla, sedano e carota; la passata di pomodoro e carne di vitello di prima qualità; la cottura lenta, a fuoco basso per avere un ragù veramente gustoso.

Io quando lo cucino ne preparo tanto, poi lo surgelo, così quando mi serve è sempre pronto!

Per questa ricetta l’ideale è utilizzare una pentola di coccio: mantengono la temperatura uniforme e a lungo, risultando perfette per le lunghe cotture.

 

Ingredienti:

 

  • 300 gr di macinato di vitello
  • 300 gr di salsiccia
  • 750 gr di passata di pomodoro
  • una carota
  • una gamba di sedano
  • mezza cipolla
  • un rametto di rosmarino
  • olio extravergine

 

Preparazione

 

Pulite la verdura e tritatela molto fine con il rosmarino, poi fatela soffriggere in un tegame con dell’olio extravergine. Aggiungete la carne e fatela rosolare per almeno una decina di minuti, poi amalgamate bene la verdura e la carne.

Aggiungete la passata di pomodoro, mescolate, coprite con un coperchio e cuocete per circa due ore e mezza a fuoco basso.

Non preoccupatevi di rimestare continuamente il tutto: il “trucco” è proprio quello di non toccare nulla e lasciare cuocere “in tranquillità”.

 

Buon appetito!



1