sabato 24 marzo 2012

Torta di riso e spinaci

Questa bellissima ricetta arriva dal libro di “Nonna Genia”, un capolavoro e un classico della cucina di Alba e delle Langhe.  Non una semplice raccolta di ricette, ma un libro che spiega com’è nata la cucina albese e langarola e il legame tra il cibo, il bisogno di nutrirsi e la necessità di appagare il gusto.

La “torta di riso e spinaci” è fatta con ingredienti semplici ed economici, ma il risultato è comunque un piatto gustoso e saporito.

Provando a cucinare “le ricette di una volta” c’è davvero moltissimo da imparare, soprattutto sull’abilità delle nostre nonne a cucinare con ingredienti poveri e di stagione, abitudine che si dovrebbe adottare sempre. In realtà, per praticità  questa torta l’ho fatta con qualche piccolo ritocco, utilizzando gli spinaci surgelati: anche se le verdure fresche sono sempre preferibili ho ottenuto comunque un buon piatto.


Ingredienti per quattro/cinque persone:

·         200 gr di riso
·         500 gr di spinaci surgelati
·         3 uova
·         4/5 cucchiai di parmigiano
·         50 gr di burro
·         mezza cipolla
·         olio extravergine
·         sale

Preparazione

Lessate il riso in abbondante acqua salata, seguendo i tempi di cottura indicati sulla confezione, non deve essere scotto.

Nel frattempo mettete i cubetti di spinaci ancora surgelati in una padella, coprite con un coperchio e cuocete a fiamma moderata per una decina di minuti. Lasciateli raffreddare in uno scolapasta e se necessario strizzateli ulteriormente per privarli dell’acqua in eccesso. Su un tagliere tritateli grossolanamente con un coltello o con una mezzaluna.

Tritate la cipolla e mettetela ad appassire in una padella con il burro, poi aggiungete il riso, gli spinaci e fate insaporire una decina di minuti, mescolando per amalgamare bene. Trasferite il tutto in una ciotola molto capiente, aggiungete le uova e il parmigiano. Foderate una pirofila con la carta forno e versate l’impasto schiacciandolo con un cucchiaio, spolverate con il parmigiano e cuocete in forno a 180 gradi ventilati per circa venti minuti.

Buon appetito!


1 commento:

  1. ricetta molto interessante , te la copio! grazie ,buona serata!

    RispondiElimina