sabato 2 febbraio 2013

Ragù di carne ("Ragù alla piemontese")

La cucina piemontese, in particolare la quella casalinga, prevede l’utilizzo del ragù di carne per quasi tutti i piatti tipici: dai tajarin ai ravioli al plin, alla pasta al forno. Gli ingredienti sono semplici: il classico soffritto di cipolla, sedano e carota; la passata di pomodoro e carne di vitello di prima qualità; la cottura lenta, a fuoco basso per avere un ragù veramente gustoso.

Io quando lo cucino ne preparo tanto, poi lo surgelo, così quando mi serve è sempre pronto!

Per questa ricetta l’ideale è utilizzare una pentola di coccio: mantengono la temperatura uniforme e a lungo, risultando perfette per le lunghe cotture.

 

Ingredienti:

 

  • 300 gr di macinato di vitello
  • 300 gr di salsiccia
  • 750 gr di passata di pomodoro
  • una carota
  • una gamba di sedano
  • mezza cipolla
  • un rametto di rosmarino
  • olio extravergine

 

Preparazione

 

Pulite la verdura e tritatela molto fine con il rosmarino, poi fatela soffriggere in un tegame con dell’olio extravergine. Aggiungete la carne e fatela rosolare per almeno una decina di minuti, poi amalgamate bene la verdura e la carne.

Aggiungete la passata di pomodoro, mescolate, coprite con un coperchio e cuocete per circa due ore e mezza a fuoco basso.

Non preoccupatevi di rimestare continuamente il tutto: il “trucco” è proprio quello di non toccare nulla e lasciare cuocere “in tranquillità”.

 

Buon appetito!



5 commenti:

  1. No mia cara. Questo non è il vero ragù alla piemontese!!!

    RispondiElimina
  2. E allora mi sai dire com'è quello vero alla piemontese?

    RispondiElimina
  3. Che io sappia il vero ragu alla piemontese non ha tutto quel pomodoro. Di solito io ci metto solo 3 pomodori maturi per dare sapore e colore. In piu' io faccio un misto di manzo e vitello e senza salsiccia.

    RispondiElimina
  4. Non esiste una vera e propria ricetta di ragù piemontese anche perchè ogni zona del piemonte veniva aggiunta la carne più utilizzata in quella precisa zona. Il soffritto è pressochè uguale, varia l'aggiunta di aglio o rosmarino. Langhe e monferrato, manzo e vitello, novarese e vercellese, manzo, maiale e anche salsiccia, borgomanerese anche trito di cavallo o asino, e via dicendo. Un saluto. www.cellavinaria.wordpress.com

    RispondiElimina
  5. Io sono di Monforte d'alba nel cuore delle Langhe e il vero sugo alla piemontese ha pochissimo pomodoro verdure elencate e vitello/manzo senza la salsiccia e il vero segreto è la cottura molto lenta sul purage'e per chi non ha il putage' Va bene sul gas normale

    RispondiElimina